Talking about Umbria – Interview to Yangyang Cheng

This interview was first published in Yidalizhixin. Italiano

I made my first steps in the world of Mandarin with my Chinese teacher and friend Yangyang Cheng, who is based in Los Angeles and is the Founder and Host of Yoyo Chinese Inc, an online Chinese education company focused on using concise and clearly explained video lessons to teach Chinese to students around the world. She is also a Business Coach for Chinese Entrepreneurs.

When I began my journey in learning Chinese, I realized that my home region of Umbria, a region in central Italy, was not very well known by Chinese people. Many of my new friends had never heard of it, as well as the family of my husband, who is of Chinese origin, did not know Umbria before meeting me.

Umbria is a region rich in history, nature, art, spirituality and the Umbrian lifestyle deserves to be known abroad. Going in Umbria is a unique experience.
So, a few years ago, I decided to create a blog in Chinese about Umbria, and I called it “Yidalizhixin”, 意大利之心 (pinyin Yìdàlì zhī xīn), which means “The Heart of Italy”, referring to the fact that Umbria is known as “The Green Heart of Italy”.

I absolutely love talking about Umbria with my Chinese friends and family, and I was more than happy to show my blog to Yangyang. I asked her some questions about Italy, Umbria and Chinese tourists. We also talked about the blog. I am sure her answers will inspire you! Enjoy reading 😊

Talking with Yangyang about Umbria

V: Hi Yangyang. I’m so happy to be talking with you about the region in Italy where I come from, Umbria, and I’d like to ask you a few questions. Have you ever been to Italy?

Y: I’ve never been to Italy before, but I hear the cities and the people there are beautiful! I would love to go someday to soak in the culture, people-watch, and just explore what Italy has to offer.

V: What do you think Chinese people generally know about Italy?

Y: When someone mentions Italy, what comes to mind for Chinese people is good climate and streets filled with free-spirited artists, galleries, and museums. In general, a cultured place with sophisticated people and amazing architecture. I should add that most Chinese people want to visit Venice, because they think it’s a romantic place!

V: Before looking at Yidalizhixin blog, have you ever heard about the “green heart of Italy”?

Unfortunately, I’ve never heard about the “green heart of Italy”, although it sounds like a spectacular place!

V: What kind of activities do you think Chinese people would appreciate the most in Umbria: relaxing, trekking, horseback riding, paragliding, tasting local food and wine, shopping, visiting museums, …?

Y: I think Chinese tourists generally like taking it easy when they’re visiting foreign countries. Some of the more adventurous activities like horseback riding, paragliding, and trekking aren’t on the top of their to-do lists. I imagine that for the most part, Chinese tourists just want to take in the scenery, shop, and of course snap a ton of pictures so they can show their friends back home!

V: Food plays a central role in Chinese culture so this is a very important point to consider when welcoming Chinese tourists. What do Chinese people know about Italian food? Can food represent a problem while traveling abroad?

Y: Chinese tourists might know about basic things like pizza and pasta, but that’s the extent of their knowledge on Italian cuisine. Italian food might be a problem for older Chinese people who aren’t used to it, but I can’t imagine it being a problem for some of the younger Chinese tourists.

V. Do you think they can stay one week without eating any Chinese food? Chinese restaurants in Italy are quite different from the ones in China… Can you give a few examples of situations where cultural differences between China and the Western world may represent a problem? (room number four, … )

Y: One week without Chinese food should be okay for some of the younger tourists, but it could be a problem for older ones. As for cultural differences, in China, there’s no tipping in restaurants, so Chinese tourists might be surprised to find out that they have to tip their waiters in Italy. Another thing is that Chinese people might be keen on getting each other to drink a lot during dinners. It’s just their way of having fun and showing hospitality to one another. Chinese tourists can also be louder patrons than what Western restaurants are usually used to.

V: Looking at the Yidalizhixin blog, what do you think about Umbria? Would you like to come and visit Umbria?

Y: Looking at the Yidalizhixin blog, Umbria seems like such an historic and cultural place. My impression is that there’s so much you can experience in Umbria that you can’t experience anywhere else in Italy. The landscapes are amazing, and it seems the traditions Umbria has is unique to its region. I’d definitely want to visit Umbria, because I think it’s a side of Italy most people don’t know about!

V: Thank you so much Yangyang for sharing with us your thoughts on Umbria. I hope you’ll come visit us in Umbria soon! I can’t wait to show you the beauty of my region and let you taste the local specialties! See you soon!

Raccontando l’Umbria – Intervista a Yangyang Cheng

Ho fatto i miei primi passi nel mondo del cinese mandarino con la mia insegnante di cinese Yangyang Cheng, Fondatrice di Yoyo Chinese Inc, una società di formazione basata a Los Angeles con la missione di insegnare il cinese agli studenti di tutto il mondo mediante lezioni video chiare e concise. Yangyang è anche Coach Business per imprenditori e imprenditrici cinesi.

Quando ho iniziato il mio percorso nello studio del cinese, mi sono presto resa conto che la mia regione d’origine, l’Umbria, in Italia, non era molto conosciuta dai cinesi. Molti dei miei nuovi amici non ne avevano mai sentito parlare prima, cosi’ come anche la famiglia di mio marito, di origine cinese, non conosceva l’Umbria prima di incontrarmi.

L’ Umbria è una regione ricca di storia, natura, arte, spiritualità e lo stile di vita umbro merita di essere conosciuto anche all’estero. Andare in Umbria è un’esperienza unica.

Cosi’, qualche anno fa, ho creato un blog in cinese dedicato all’Umbria, chiamandolo “Yidalizhixin”, 意大利之心 (pinyin Yìdàlì zhī xīn), che in cinese vuol dire “Il cuore dell’Italia”, riferendomi all’espressione con cui è nota l’Umbria: “Cuore verde dell’Italia”.

Mi piace moltissimo raccontare l’Umbria con la mia famiglia e amici cinesi, è sono stata più che felice di mostrare il mio blog a Yangyang. Le ho fatto alcune domande sull’Italia, sull’Umbria e sui turisti cinesi. Abbiamo anche parlato del blog. Sono sicura che le sue risposte vi ispireranno! Buona lettura 😊


V: Yangyang, sono molto felice di parlare con te della regione italiana dai cui vengo, l’Umbria, e vorrei farti alcune domande. Sei mai stata in Italia?

Y: Non sono mai stata ancora in Italia, ma mi dicono che le città e la gente sono meravigliose! Vorrei andarci per immergermi nella cultura, osservare la gente, e semplicemente esplorare cosa ha da offrire l’Italia.

V: Cosa pensi che i Cinesi conoscano in genere dell’Italia?

Y: Quando qualcuno parla l’Italia, quello che viene in mente ai i cinesi è il buon clima e le strade piene di artisti, gallerie e musei. In generale, un posto di cultura con persone raffinate e l’architettura sorprendente. Vorrei aggiungere che la maggior parte delle persone cinesi vogliono visitare Venezia, perché pensano che sia un posto romantico!

V: Prima di guardare Yidalizhixin, avevi mai sentito parlare del “Cuore verde dell’Italia”?

Y: Purtroppo, non avevo mai sentito parlare prima del “cuore verde dell’Italia”, sebbene suoni come un luogo spettacolare!

V: Quali tipi di attività pensi che i turisti Cinesi potrebbero preferire in Umbria? Relax, trekking, equitazione, parapendio, degustazioni enogastronomiche, shopping, visita di musei…

Y: Penso che i turisti cinesi in genere preferiscano prendersela comoda quando vanno all’estero. Alcune tra le attività più avventurose come passeggiate a cavallo, parapendio e trekking non sono in cima alla loro lista delle attività preferite. Immagino che, prevalentemente, i Cinesi vogliano semplicemente godersi il paesaggio, fare shopping e naturalmente scattare un sacco di foto da mostrare ai loro amici una volta tornati a casa!

V: Il cibo occupa un posto centrale nella cultura cinese, quindi questo è un punto molto importante da prendere in considerazione quando si accolgono turisti cinesi. Cosa conoscono i cinesi della cucina italiana? L’alimentazione può rappresentare un problema per i turisti cinesi?

Y: I cinesi conoscono pasta e pizza, e in genere la loro conoscenza della cucina italiana si ferma qui. La cucina italiana potrebbe essere un problema per le persone più anziane che non sono abituate, ma non credo proprio che sia un problema per i più giovani.

V. Pensi che possano stare una settimana completamente senza cucina cinese? I ristoranti cinesi in Italia sono piuttosto diversi dai ristoranti in Cina. Potresti darci degli esempi di situazioni in cui le differenze culturali tra la Cina e il mondo occidentale potrebbero rappresentare un problema?

Y: Una settimana senza cucina cinese dovrebbe andare bene i turisti più giovani, ma ciò potrebbe rappresentare una vera difficoltà per quelli più anziani. Per quanto riguarda le differenze culturali, in Cina non esiste la mancia, così i turisti cinesi potrebbero essere sorpresi di dover dare la mancia ai camerieri in Italia. I Cinesi potrebbero tendere a bere molto durante le cene. È solo il loro modo di divertirsi mostrando ospitalità gli uni agli altri. Inoltre, il tono della voce potrebbe essere più alto rispetto a quello a cui i ristoranti occidentali sono abituati.

V: Ora che conosci Yidalizhixin, cosa pensi della nostra Regione?

Y: Guardando Yidalizhixin, l’Umbria sembra un luogo ricco di storia e di cultura. La mia impressione è che c’è così tanto che si può fare esperienza in Umbria che non si può fare in nessun altro posto in Italia.  I paesaggi sono magnifici, e l’Umbria sembra caratterizzata da tradizioni uniche. Vorrei sicuramente visitare l’Umbria, perché penso che sia un lato dell’Italia che la maggior parte delle persone non conosce!

V: Ti ringrazio moltissimo, Yangyang, per avere condiviso con noi le tue impressioni sull’Umbria. Spero che verrai presto a trovarci in Umbria! Non vediamo l’ora di mostrarti dal vero la bellezza della nostra regione e di farti assaggiare le specialità locali! A presto!

back to top

Published by Valentina

Hi, I’m Valentina. I’m a communication strategy consultant and culture bridge. Passionate about plant-based food, I share inspiration from the cultures I know best: Italian, French and Chinese ones.

Leave a Reply